Come conoscere, riscoprire, riappropriarsi dei luoghi storici di un territorio a vocazione prevalentemente turistica come Scalea e di cui spesso si dimentica l’esistenza? Attraverso il fascino e la magia che l’arte, mixata alla musica, sa creare attorno a sé. Questo è accaduto nel cortile del  palazzo dei   principi Spinelli, che  il 29 dicembre è stato  protagonista  di una serata musicale “diversa”.
“Una notte al palazzo” è il nome dell’evento ideato da  Davide Barletta e  sviluppato dal gruppo Music Labs, dal bar “Via Vai” e  dal  ristorante la Rondinella, con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Scalea e la  supervisione   dell’assessore  al  turismo   e   spettacolo   Eugenio Orrico    che   da  subito  ha creduto e incoraggiato questa iniziativa.
Una notte  al  palazzo dei  Principi nasce  con l’obiettivo di riscoprire e di facilitare l’accesso a luoghi storici creando  atmosfere  uniche e coinvolgenti.  Per  una  notte il cortile di questo splendido palazzo ha aperto le porte    alla     musica  dei  dj  Davide   Barletta,   Luca   Carrozzini,   gli    Italobros  (appena  tornati  dal  tour internazionale) e al sax del musicista Daniele Palma,

trasformandosi da luogo di conservazione della cultura a spazio aperto e vivo, con giochi di luci sulle pareti e house  music  appositamente selezionata per quel contesto, apprezzata dalle diverse centinaia di giovani e  meno  giovani  che  hanno  potuto  anche   degustare i sapori  dei  prodotti  tipici scaleoti preparati da “la Rondinella”   insieme  ai  cocktail  classici  rivisitati per l’occasione con dei nomi legati alla storia di Scalea, preparati dal bartender Francesco Limongi.

Massimo Nocito                .