Il caratteristico centro storico di Buonvicino è arroccato sul fianco sinistro della valle del torrente Corvino. Qui è possibile godere di uno dei più bei panorami della catena appenninica. Negli anni intorno al mille a Buonvicino visse e operò San Ciriaco. Le sue reliquie sono oggi custo­dite nella chiesa Madre cinquecentesca a lui dedicata, il cui coro è sostenuto da colonne con capitelli bizantini e bassorilievi in marmo raffiguranti cedri e altri frutti, prove­nienti dal vicino monastero cinquecentesco, oramai distrutto. Sul paese domina la statua in bronzo di San Ciriaco, posta sul massiccio del colle “laccano”. Molto suggestivo è anche il santuario della Madonna della Neve, situato sul punto più alto della montagna di Buon­vicino e meta di continui pellegrinaggi. Arrampicandosi invece fino in cima a Sasso dei Greci (967 metri di quota) ci si trova ad ammirare, dall’alto della roccaforte magno­greca, la mitica via Istmica, una delle più importanti vie commerciali degli Enotri e degli Italioti che collegava Sibari con Laos.