Terra di mulini e di frantoi, Verbicaro si offre alla visita con le sue architetture tipiche del borgo agricolo pastorale d’impianto medievale,adagiato su una roccia e sviluppatosi per sfuggire alle incursioni dei Saraceni. Affascinante soprat­tutto l’impianto urbano del quartiere Bonifati, con i suoi vicoli stretti, le scale appese e le abitazioni in gran parte di un solo e angusto vano. Da visitare il palazzo feudale costrui­to sulla pianta dell’antico castello. Il centro è famoso nel campo enologico per il suo vino Doc e per il suo moscato bianco. Suggestiva la processione figurativa del Giovedì Santo quando, verso mezzanotte, si ripete il rito pagano dei “Battenti’; persone devote che si autoflaggellano a sangue percorrendo le vie del paese.

vini